In primo piano

Manifestazioni per il 150esimo anniversario della nascita del genetista Nazareno Strampelli

 

 

Strampelli_Eventi-Maggio-2016

 

 

 

AL VIA LE CELEBRAZIONI DEL 150ESIMO ANNIVERSARIO DELLA NASCITA DEL GRANDE GENETISTA NAZARENO STRAMPELLI, A CUI È DEDICATA LA 24ESIMA INFIORATA CORPUS DOMINI

 

Due importanti appuntamenti nel week-end che sta per arrivare. Si svolgeranno infatti in concomitanza questo fine settimana a Castelraimondo la ormai tradizionale e celebre Infiorata “Corpus Domini”, giunta alla 24esima edizione, e le celebrazioni del 150esimo anniversario della nascita del grande genetista Nazareno Strampelli, avvenuta nella frazione di Crispiero proprio il 29 maggio 1866.

 

Un ricco calendario di manifestazioni per celebrare il 150esimo anniversario della nascita di Nazareno Strampelli, il grande scienziato e genetista, padre della prima rivoluzione verde, che nacque a Crispiero di Castelraimondo il 29 maggio 1866.

 

Il comune di Castelraimondo, in collaborazione con il comune di Rieti, ha organizzato una serie di importanti appuntamenti dedicati alla figura del grande concittadino, che dal 20 maggio, culmineranno domenica 29 maggio, giorno della nascita di Strampelli.

 

Le due amministrazioni comunali di Castelraimondo e di Rieti, città dove l’attività di ricerca di Nazareno Strampelli ha trovato sostegno e successo, si sono rese capifila nella costituzione del comitato che ha delineato il ricco calendario di manifestazioni – ha detto il sindaco Renzo Marinelli – che vede tra i promotori l’Università di Camerino, numerosi enti locali, le scuole e le associazioni cittadine. Siamo chiamati ad un importante compito, che non è solo quello di onorare questo anniversario, ma soprattutto di diffondere la grandezza della sua opera ed il suo esempio di passione, tenacia e coraggio, in particolar modo con i nostri giovani cittadini. Basti pensare che Strampelli riuscì a raddoppiare le rese medie per ettaro, con importanti ricadute sociali, economiche e politiche, e tutt’oggi circa il 70-80% delle varietà coltivate in tutto il mondo presentano come ascendente almeno una varietà di grano costituita dal genetista. Un’opera di fama mondiale, quella del grande genetista, che il significativo programma di eventi promosso dai comuni di Rieti e Castelraimondo intende riconoscere e recuperare, sia in termini di valorizzazione della sua eredità materiale, sia in chiave di attualizzazione del significato del suo lavoro nella prospettiva di una nuova rivoluzione verde”.

 

Venerdì 27 maggio, l’autore Sergio Salvi alle ore 18 al Teatro Comunale presenterà il libro “L’uomo che voleva nutrire il mondo”. Sempre al teatro sito in Piazza della Repubblica, sabato 28 alle ore 10, si svolgerà il convegno “Nazareno Strampelli. L’uomo, lo scienziato e i suoi grani” organizzato in collaborazione con Unicam e il comune di Rieti. Interverranno infatti anche Simone Petrangeli e Roberto Lorenzetti, sindaco e direttore dell’Archivio di Stato di Rieti, Francesco Petretti, biologo e conduttore di Geo&Geo, Luana Spernanzoni, presidente Arga, il giornalista Carlo Cambi ed Elisabetta Torregiani, assessore alla cultura del comune di Castelraimondo nonché docente Unicam. Al termine del convegno, è in programma il cooking show del noto chef, autore e conduttore televisivo nonché presidente del Circolo dei Bongustai Fabio Campoli, che cucinerà utilizzando i prodotti locali e la pasta prodotta con il Senatore Cappelli, grano duro nato dagli studi di Nazareno Strampelli. Successivamente, alle 18, sarà inaugurata la mostra “Nazareno Strampelli”, a cura della Scuola Primaria di Castelraimondo. Domenica 29, giornata dell’Infiorata e anche giorno di nascita di Strampelli, si svolgerà a Crispiero, di fronte al monumento dedicato allo scienziato, la cerimonia sul 150esimo anniversario con la partecipazione della Banda Ugo Bottacchiari, mentre alle 11,30 ci sarà il gemellaggio tra le Avis di Rieti e di Castelraimondo.

 

E proprio allo scienziato, genetista padre della prima rivoluzione verde nonché Senatore del Regno, è dedicata quest’anno l’Infiorata, organizzata dall’Associazione Pro Loco Castelraimondo in collaborazione con l’amministrazione comunale di Castelraimondo, la Regione Marche, la Provincia di Macerata, la Parrocchia di San Biagio, l’Unione Montana delle Alte Valli del Potenza e dell’Esino e le famiglie ed i volontari di Castelraimondo.

 

Dal tramonto di sabato i maestri infioratori di Castelraimondo inizieranno a realizzare lungo Corso Italia i loro quadri fioriti, fino a tarda notte. Uno spettacolo imperdibile e suggestivo, quello di vedere man mano prendere forma i disegni che nei mesi scorsi sono stati realizzati dai tanti gruppi di volontari che partecipano con entusiasmo alla manifestazione. Saranno, quest’anno, la Società Operaia di Mutuo Soccorso e L.A. Pro Crispiero, il Comitato di quartiere Poggio Annalisa – Ripalta, l’Unitalsi, il gruppo “City Band”, Amanti dell’Infiorata, Coro Polifonico “Santa Cecilia”, l’associazione “Pro Loco”, Tennis Club, associazione Con’Tatto’ onlus Donne Insieme, il Gruppo Folkroristico, l’Aido, l’Admo, il Gruppo Alpini “Val Potenza”, A.S.D. Folgore Castelraimondo, l’Avis Comunale, Scuola Materna Paritaria “Manfredi Gravina”, il Comitato Infiorata Corpus Domini.

 

Saranno dei giorni intensi per il nostro paese – ha continuato il sindaco Renzo Marinelli – la coincidenza ha voluto che l’anniversario della nascita del nostro illustre concittadino Nazareno Strampelli cadesse proprio nel giorno dell’Infiorata. Per questo grazie alle associazioni cittadine, in particolare alla Pro Loco, e ai tanti gruppi di cittadini volontari abbiamo lavorato al fianco e unitamente per cercare di rendere questo un fine settimana indimenticabile. Abbiamo voluto fortemente dedicare allo scienziato questa 24esima edizione dell’Infiorata, una delle maggiori manifestazioni cittadine divenuta oramai una tradizione per tutto il territorio, credendo fosse uno dei tanti modi per celebrare la sua vita e la sua attività scientifica della quale ancora oggi tutto il mondo risente i benefici. Invitiamo pertanto tutti quanti volessero prendere parte alle manifestazioni a raggiungerci e condividere con noi questo momento importante per Castelraimondo e per tutta la nostra terra”.

Vi segnaliamo inoltre

Comunicato Stampa

Una delegazione di Castelraimondo a Rieti

Comunicato Stampa

Primo consiglio comunale

Comunicato Stampa

Convegno “Piccoli comuni, 6000 campanili: soppressione o libera fusione?” – Castelraimondo, 18 giugno 2016 ore 16 – Teatro Comunale

Comunicato Stampa

Ecco la squadra del sindaco Renzo Marinelli

Comunicato Stampa

Un convegno e uno show cooking per celebrare il genetista Nazareno Strampelli

Questo sito è realizzato da Task srl
ed è sviluppato secondo i principali
canoni dell'accessibilità.
Recupera la password